Superbonus 110 e nuove costruzioni: ecco come stanno le cose. Con qualche sorpresa…

Ci sono alcune categorie di edifici che sono escluse dal Superbonus 110%.
Sì, perché questa eccezionale agevolazione ha il preciso scopo di migliorare il parco edilizio nazionale, dove sono presenti abitazioni ormai secolari ed eccessivamente energivore.

Se una casa consuma meno energia per dare comfort e calore, ci saranno senz’altro meno immissioni nocive nell’ambiente.

Comfort, risparmio, sostenibilità. Semplice e vantaggioso per tutti.

Questo fa capire anche il motivo per cui sono escluse dal Superbonus le abitazioni in fase di nuova costruzione.

Edificate con i più moderni sistemi di efficientamento ed isolamento, non avranno quindi necessità di compiere quel miglioramento strutturale ed impiantistico che è alla base della normativa prevista dal “Decreto rilancio”.

Lo ricorda anche l’Agenzia delle entrate con la Risposta 24 dell’8 gennaio 2021.

“…ai fini del Superbonus gli interventi… devono riguardare comunque edifici o unità immobiliari esistenti, non essendo agevolati gli interventi in fase di nuova costruzione”.

Ci sono poi ulteriori casi che vengono esaminati.

Facciamo un esempio: non è possibile usufruire dei vantaggi del Superbonus durante la costruzione di una nuova abitazione; però dal momento in cui viene presentata la Comunicazione di Fine Lavori e se è in linea con gli altri requisiti, l’abitazione può accedere all’agevolazione del 110%.

Per una abitazione sulla quale di intendano eseguire lavori di ristrutturazione con ampliamento, si ha diritto al Superbonus 110%, ma solo per la parte di abitazione esistente, e non anche per la parte di nuova costruzione, ossia l’ampliamento.

Fa eccezione l’installazione dell’impianto fotovoltaico: dal momento che rientra nel Superbonus come intervento “trainato”, vi rientra per l’intera spesa sostenuta, “a nulla rilevando che il predetto impianto sia a servizio anche della parte ampliata” .

Ricordiamo che un intervento “trainato” è un intervento che rientra nel Superbonus solo se compiuto in concomitanza con un intervento “trainante”, cioè uno degli interventi fondamentali per accedere al Superbonus. Un esempio di intervento trainante è la Pompa di Calore Geu.

Infine, il Superbonus 110% vale anche per demolire e ricostruire un edificio: sempre a patto che si configuri come un intervento di ristrutturazione edilizia e non come nuova costruzione e quindi senza incrementi di volume.

Hai ancora dei dubbi? Nessun problema.

Per altre info, ti ricordiamo che Geu mette a disposizione un servizio chat dove potrai chiedere informazioni gratuitamente ai nostri operatori qualificati oppure visita la nostra sezione dedicata cliccando qui.

Condividi questo post